CENTRO ANTIFUMO
TEST DIPENDENZA
TEST MOTIVAZIONALE
LA COMMUNITY
Cigaretteless
Fumo durante la gravidanza, i rischi per mamma e bambino
Home>lo sapevi che>Fumo e gravidanza: quali sono i rischi?

FUMO E GRAVIDANZA: QUALI SONO I RISCHI?

Come smettere di fumare per limitare i danni al nascituro.

Fumare nuoce gravemente alla salute: secondo l’OMS il fumo di sigaretta è la più importante causa di morte evitabile nella nostra società. Ogni anno nel mondo a causa del tabacco perderebbero la vita 6 milioni di persone1.

La salute da salvaguardare non è solo la propria, ma anche quella di un nascituro.

Fumare in gravidanza, infatti, comporta numerosi rischi sia per la donna in dolce attesa che per il bambino nel grembo materno: complicazioni che si estendono dalla fase del concepimento, alla gestazione, fino alla nascita e alla crescita del piccolo2.

Gli effetti del fumo sulla fertilità femminile

È ormai accertato da numerosi studi, come il fumo di sigaretta e le componenti chimiche in esso contenute, siano estremamente dannose per la fertilità della donna poiché interferiscono con la maturazione degli ovociti3. Un processo nocivo che ha conseguenti impatti negativi sulla fertilità femminile e sulla capacità della donna di rimanere incinta, portando la difficoltà di concepimento, nei casi più estremi, verso la totale infertilità3.

Gli effetti nocivi del fumo sul feto, durante la gravidanza

Fumare in gravidanza non è mai consigliato: le sostanze tossiche della sigaretta riescono a giungere fino al feto e provocano una diminuzione della quantità di ossigeno al bambino4.

Il ridotto apporto di ossigeno e la contaminazione di sostanze nocive risultano essere un mix estremamente dannoso per il corretto sviluppo degli organi nel feto, specialmente per quelli della zona polmonare e di quella cerebrale. Alcuni studi, inoltre, sottolineano un possibile legame tra fumo di sigaretta e labbro leporino, una malformazione a carico del labbro superiore4.

Fumare in gravidanza può, inoltre, influire sulla durata della corretta gestazione: le donne che non rinunciano alla sigaretta durante i mesi di attesa possono correre un serio rischio di parto prematuro, con conseguenze critiche sulla sopravvivenza del neonato e sul suo stato di salute alla nascita4.

Non da ultimo, gli specialisti evidenziano un drammatico legame tra fumo in gravidanza e casi di aborto: il monossido di carbonio inalato dalla madre, giunge fino al feto limitando il flusso di ossigeno e provocando gravi rischi per il corretto completamento della gravidanza4.

Effetti del fumo sul bambino

Insomma, i dati parlano chiaro: fumare in gravidanza è gravemente rischioso e può provocare danni seri alla donna e al bambino, durante la gestazione – come abbiamo approfondito nei paragrafi precedenti – e alla nascita. Un neonato su 5, tra quelli nati da mamme fumatrici, ad esempio, viene alla luce sottopeso: una condizione che porta con sé una serie di disturbi, e che può provocare difficoltà sia nel periodo neonatale che nelle successive fasi della crescita del piccolo4.

Ma non basta: il fumo in gravidanza mostra le sue negative conseguenze a carico del neonato, anche nel corso tempo. Per tutto il primo anno di vita il bambino è esposto ad un rischio più elevato – fino a 3 volte in più rispetto ai piccoli figli di mamme non fumatrici – di morte in culla (conosciuta anche come SIDS), mentre negli anni successivi, a causa di un indebolimento del sistema polmonare, sarà più esposto a malattie respiratorie come l’asma4.

Donne in gravidanza: stop al fumo, attivo e passivo5

Smettere di fumare è sempre una buona idea per migliorare il proprio stato di salute e ritrovare il benessere, ancor di più se tra gli obiettivi futuri, o già nel presente, si staglia l’idea di avere un figlio.

Come fare?

Con una buona dose di buona volontà e sano giudizio smettere senza farmaci è possibile.

Se, però, dovesse risultare troppo complesso, per non prolungare il vizio e i suoi danni, si può ricorrere a trattamenti sostitutivi a base di nicotina, sempre sotto stretto controllo medico.

Bibliografia
1 AIRC, Fumo: le domande più frequenti- Perché si insiste tanto sui rischi del fumo?
2 Centers for Disease Control and Prevention, How Tobacco Smoke Causes Disease- A Report of the Surgeon General, 2010.
3 Maurizio Cignitti- Responsabile Centro Medicina della Riproduzione, SOD Divisione Ostetricia e Ginecologia Ospediali Riuniti Ancona, Fumo e infertilità, 2001.
4 Centers for Disease Control and Prevention, Smoking During Pregnancy, 2012
5 AIRC, Fumo: le domande più frequenti- Quali sono le conseguenze del fumo in gravidanza?

PP-CHM-ITA-0076