CENTRO ANTIFUMO
TEST DIPENDENZA
TEST MOTIVAZIONALE
LA COMMUNITY
Cigaretteless
Home>lo sapevi che>Smetti di fumare e la tua mente ringrazierà

SMETTI DI FUMARE E LA TUA MENTE RINGRAZIERà

Se pensi che fumare possa alleviare ansia e stress, ti sbagli.

Se sei consapevole che smettere di fumare fa bene al corpo e alla salute di tutto l’organismo, ma nonostante questo non riesci a dire addio al vizio del fumo perché la sigaretta ti aiuta a calmarti, a rilassarti e ad affrontare i momenti di maggiore pressione, sappi che ti stai sbagliando. Il ruolo provvidenziale della sigaretta come antistress è un falso mito assolutamente da sfatare e alimentato, nella mente dei tabagisti, dall’azione chimica e subdola della nicotina.1

I fumatori, infatti, tendono spesso a confondere la sensazione di astinenza da nicotina, che si presenta dopo qualche ora dall’ultimo tiro di sigaretta, con un picco di stress e, quando alle prime boccate sentono placarsi l’ansia, pensano che il merito sia da attribuire all’effetto distensivo del tabacco. Una falsa credenza che è alla base della dipendenza da nicotina e che rende, quindi, piuttosto difficile trovare la giusta motivazione per smettere definitivamente di fumare.1

 La realtà, invece, è assolutamente all’opposto: il fumo espone i tabagisti ad un rischio più elevato rispetto ai non fumatori di subire stati di ansia, depressione e scarsa motivazione, peggiorando sensibilmente l'umore e la qualità complessiva della vita.2

I fumatori, quindi, vivono stati di frequente irritabilità, ansia e crisi emotiva tra una sigaretta e l’altra, e questa condizione negativa viene alimentata dal costante ricorso al fumo che, se in un primo momento dona sollievo dai sintomi del disturbo psicologico, subito dopo mostra il risvolto più amaro della medaglia, facendo ripresentare il problema in modalità ciclica e senza soluzione di continuità.3

Un circolo vizioso che merita attenzione: più alta è la percezione che il fumo attenui gli stati di stress, più bassa rischia di essere la propensione del tabagista cronico a smettere.3

La verità, invece, è che smettere di fumare migliora la salute mentale e la qualità della vita anche sotto il profilo psicologico, risolvendo numerose patologie a carico dell’umore e dell’emotività.3

Spegni la sigaretta per dire addio ad ansia e depressione

È scientificamente dimostrato che smettere di fumare, riduca drasticamente gli stati di ansia, di stress e di depressione e che abbia effetti positivi sull’umore.3

Il motivo? È di natura puramente biologica e, come accennato, riguarda il movimento oscillatorio continuo tra senso di appagamento e sensazione di astinenza provocato dalla nicotina sui recettori neuronali del cervello. Il miglioramento definitivo dell’umore e della salute psicologica, però, è davvero a portata di mano: dopo solo 3 settimane dall’ultimo tiro di sigaretta, le funzioni neurologiche di un ex fumatore si normalizzano e raggiungono i livelli di un soggetto che non ha mai fumato.3

Il fumo danneggia l’attenzione e le capacità cognitive

Non solo crea stress, ansia e tensione: il vizio del fumo incide anche sulla salute dell’attenzione e della concentrazione.
I fumatori incalliti sono più esposti al rischio di danneggiare la corteggia prefrontale4 e di lesionare sia la cosiddetta “Working Memory”, ovvero la capacità cognitiva di gestire specifiche attività in un breve periodo di tempo, che la “Prospective Memory”, ossia l’abilità cognitiva di completare, nel futuro, attività progettate nel passato4.

La causa? L’azione tossica delle sostanze nocive contenute nella sigaretta e inalate dal fumatore4.

In conclusione: smettere di fumare definitivamente ti farà sentire meglio sia a livello fisico, che a livello mentale, riducendo ansia, stress e depressione e migliorando la memoria.
Dì addio alla sigaretta: la tua mente ringrazierà!

 

Bibliografia:
1 National Health Service, Stopping Smoking is good for your mental health, 2017
Karina Couto Furlanetto et al., Reduction of physical activity in daily life and its determinants in smokers without airflow obstruction, 2014
Gemma Taylor et al., Change in mental health after smoking cessation: systematic review and meta-analysis, 2014
4 Marshall et al., The synergistic impact of excessive alcohol Drinking and cigarette smoking upon Prospective Memory, 2016

PP-CHM-ITA-0120